– Hollow City –

Libri

 

 

 

Pausa lunga, ma eccomi che riprendo a scrivere sul blog. Sono molto felice!

 

In questo post, saluterò il libro che ho appena finito di leggere, ma prima vi mostro il mio outfit.

_MG_20121

Ricordate il post sulla sezione degli sconti del sito di H&M? (Eccovi il link https://theovalmirror.com/2017/05/10/a-mini-shopping-guide/ )

 

Questo abitino è uno dei miei trofei scovati proprio li. Non c’è bisogno di troppe parole per raccontarvi di quanto mi piaccia.

Non è appariscente ed è romantico il tanto giusto per me. Le maniche svasate, ormai, le vediamo ovunque e io ne sono ben contenta, perché conferiscono, a chi le indossa, un carattere sognante e leggero.

Ho approfittato di questo nero per illuminare un po’ il tutto con questa pochette morbida argentata, altro mio gioiellino, custodito gelosamente. Anche questa di H&M.

Sono una Dreamer Girl a tutti gli effetti, mi trovo bene in questo abito e l’ho sentito perfetto in questo sfondo fiabesco.

Mentre passeggiavo per fare queste foto, mi sono persa nel

paesaggio, nella pace e nell’aura magica che si era formata. Ripensavo a cosa dire di questo libro e mi è quasi sembrato di esserci entrata._MG_21021.jpg
Questo secondo capitolo della saga di Miss Peregrine mi ha regalato dei momenti avventurosi. Tuttavia ammetto di aver provato sentimenti contrastanti.

Forse anche a causa del periodo un po’ stressante, non ho saputo apprezzarlo in ogni momento. Però, mi è piaciuto!

È una storia per ragazzi, che non sembra avere molte pretese, ma non è comunque banale. A volte è molto lenta, a volte è veloce e avvincente grazie anche ai vari colpi di scena.

Qualcosa, di queste avventure, mi ha riportata a quando, da ragazzina, vivevo dentro Harry Potter e, ora, mi sono immaginata a leggerle a una bimba curiosa prima di andare a dormire, discutendo di ognuno di questi Bambini Speciali.

La storia, la lascio un po’ da parte, perché più che

_MG_20431

in quella, mi sono persa in elementi che mi hanno trascinato in riflessioni vorticose. Una di queste è stata la questione dei viaggi nel tempo.

Mi incuriosisce il tempo! È una costante nelle vite di tutti; dobbiamo attenderlo ma lo abbiamo anche già passato.  Ci facciamo così poco caso!

La storia…noi ora sappiamo com’è andata, ma chi ci ha preceduto aveva mille dubbi, come i nostri, e non sapeva cosa sarebbe successo. Noi stessi non sappiamo che ne sarà, ma, in futuro, ci sarà qualcuno che ci guarderà al passato. Il passato contiene il bagaglio di storia che accompagna il nostro mondo, e mi incuriosisce pensare che, se qualcosa fosse stata anche minimamente diversa, avremmo potuto conoscere eventi diversi…o forse no! Nel libro, si dice che ciò che è accaduto rimane così, quindi, anche cambiando qualche elemento, le cose, poi, trovano comunque il modo di accadere come devono. Secondo voi, ci sono infinite possibilità, oppure c’è solo una storia che si forma a prescindere da ogni nostra azione?
_MG_20051Questo mi ricollega anche all’altro elemento che mi ha colpito di questo libro: le foto che sono stampate al suo interno. Sono foto autentiche, qualcuna solo leggermente modificata, appartenenti a collezioni private.

Mi piace, sempre di più, l’idea che l’autore abbia immaginato e costruito i dettagli di una storia con ciò che era ritratto in questi scatti.

Queste foto per me sono un grande mistero, non per la loro particolarità, ma per il fatto che le persone che vi compaiono sono sconosciuti che non sapevano “come sarebbe andata a finire”. Mi piacerebbe andare indietro, al momento dello scatto, e chiedere a queste persone:  Chi siete? Cosa fate nella vita? Sapete che queste foto non andranno perse? Sapete che questo secondo, bloccato in uno scatto, esisterà per tanti anni?

Sapete che, un giorno, voi, per noi, sarete i personaggi speciali di Miss Peregrine?

Un Bacio

Michela

 

“Hollow City – Il Ritorno dei Bambini Speciali di Miss Peregrine” – Ransom Riggs

 

Ph: Ludovica La Piana

_MG_20841

 

Che Maledizione!

Libri

Eccomi nuovamente con un post veloce, pur sommersa da studdsc_0026io e lavoro, per ricominciare a governare, nel 2017, qui, nel mio piccolo regno.

Questi giorni di maltempo, appena passati, mi hanno tolto un po’ di libertà  e mi hanno
imposto di vestirmi a strati e pesante. I miei colori sono stati sobri e cupi come quelli del cielo, di cui bisogna assecondare l’umore.

L’outfit di stavolta è, quindi, abbastanza basic.

 

Il dettaglio che mi piace usare in questi giorni è dato dai calzini decorati che fuoriescono prepotentemente dalla scarpa, come un perfetto dandy moderno.

A proposito! I dandy sono dsc_0049tornati!

 

Il cappottino nero classico accentua un contrasto e conferma l’idea.

La pochette che indosso, unica nota di colore, è quella del penultimo post: L’ottavo capitolo di Harry Potter. Ho finito di leggerlo.

Ammetto di aver cercato qualche recensione sul web, per capire se la mia opinione fosse qualcosa di astratto, oppure se qualche altro lettore ne avesse una almeno simile. Ho avuto la conferma di non essere l’unica scontenta.dsc_0021

Sottolineo, come sempre, di essere fan, nell’anima, di Harry e della Rowling, e non smetterò mai di esserlo. Dico anche che non sono proprio scontenta dell’idea di base della storia. Quella, in fondo, mi piace!

Leggendo, però, ho avuto la sensazione come di una
storia scritta di fretta e poco o mal sviluppata. E con tutto il bagaglio precedente e l’esperienza di anni, la Rowling aveva a disposizione moltissimi spunti su cui poter lavorare. Quindi, per quanto mi riguarda, l’idea c’era, ma ci si poteva riflettere e ci si doveva lavorare molto di più.

Un punto contro la suspense, sicuramente, è dato dal fatto di aver lasciato la forma del copione. Quelle parentesi, che spiegano come dovranno muoversi gli attori in scena, hanno distolto la mia attenzione e mi hanno impedito di immergermi nella fantasia e di rimanerci. La sensazione è stata quella di “un sonno disturbato” durante il quale mi sveglio in continuazione.

Comunque sia, continuerò ad inseguire Harry Potter, ovunque si trovi, e immaginare le sue avventure. Quindi, come ultima parola, mi sento di dire:

Grazie, Joanne, per avermene parlato ancora una volta!

Un bacio

Micheladsc_0055

Yellow Magic

Fashion

 

Eccomi con un fast post!

 

dsc_0002

 

 

 

 

Il punto focale del mio outfit è il nuovo cappottino giallo, trovato da Piazza Italia, qualche giorno fa. Sono super contenta di questo acquisto! Un coat simile mi mancava; inoltre, il giallo è un colore quasi assente dal mio armadio, ma che ultimamente sto esplorando, conoscendo e apprezzando.

Il tempo, qui, è decisamente ballerino. Si alternano giornate di caldo con giornate di bufera. Però, appena esce il sole, approfitto per indossare alcuni “outfit di mezzo”, come questo… con ripped jeans senza le calze sotto e delle splendide ballerine con i lacdsc_0017cetti. Che ne dite?

La pochettina di oggi, che completa il tutto, è il nuovo libro, che mi appresto a leggere sprizzante di curiosità da tutti i pori: “Harry Potter e la maledizione dell’erede”.

Ebbene si! Sono un’accanita ragazzina cresciuta in questo mondo magico. Ricordo quando, anno dopo anno, aspettavo un nuovo film o una nuova avventura a Londra, Hogwarts, Diagon Alley…

Da pochissimo, ho visto il film “ Animali Fantastici e dove trovarli”, perciò, per immergermi nuovamente nelle avventure magiche, non potevo non concludere l’anno con questo libro.dsc_0009

Naturalmente, queste storie, che seguono cicli di successo, sono molto rischiose perché devono mantenere l’alto livello delle aspettative dei fan, e mi incuriosisce molto il fatto che sia scritto come opera teatrale, ma ammetto che, per il solo fatto di sentirmi di nuovo “a casa”, penso proprio che mi piacerà moltissimo.

Anche per stavolta, finisco qui.

Come vi raccomando sempre, lasciate un preziosissimo commento.

Rintracciatemi anche su Facebook, dove mi trovate come “Michela Carrucciu”, e su Instagram, dove mi trovate come “michela_carrucciu”.

A presto!

Un bacio

Michela

dsc_0020

Ps: Avete visto che mare?