Fashion: C’est l’amour

Fashion

dsc_0005

Buongiorno!

Come state?

Io benissimo. Queste giornate di sole mi rendono sempre ottimista.

Oggi, voglio mostrarvi due pezzi che amo tantissimo: il mio maglione preferito e i cuissardes di cui non posso più fare a meno.

 

Partiamo dal maglione!

Che ne dite? Non vi nascondo che la prima volta che l’ho visto esposto, dentro il negozio, ho fatto una faccia di pura disapprovazione. Ho pensato che avesse qualcosa di strano e non mi piaceva proprio.dsc_0022

Nei giorni successivi, però, tra un outfit e l’altro, mi sono ritrovata a pensare varie volte a come potesse essere abbinato. Ho scoperto che, in realtà, mi aveva colpito parecchio e, pian piano, me ne sono innamorata. Sembra una tipica storia d’amore, nata tra un ragazzo e una ragazza che inizialmente si detestano.

 

– Sto divagando, come sempre, ma che devo dirvi? Sono una sognatrice! –

 

Comunque, l’ho comprato e lo trovo perfetto. Dalle maniche abbondanti al ricamo floreale, lo osservo sempre tantissimo. 

E dei cuissardes, invece? Che dire dei fantastici stivali al ginocchio, che ultimamente stanno spopolando al massidsc_0016mo? In realtà, sono sempre un classico che non può mancare nelle nostre scarpiere.

Ce ne sono davvero di vari modelli, con un mood diverso per ciascuno. Questi che indosso oggi hanno i tacchi a spillo e un dettaglio elegante verso il ginocchio.

Ciò che più mi piace di questo tipo di calzatura è la capacità di rendere importante e originale anche un look semplice. Attenzione però! Basta un abbinamento sbagliato, come un modello di cuissardes un po’eccessivo accompagnato da un vestito mini e aderente, e l’effetto può risultare tutt’altro che elegante.

 

Bisogna, quindi, trovare il giusto equilibrio per smorzare l’imponenza di questo pezzo e scegliere ciò che più si accompagna al nostro modo di vestire.

Come li abbinate voi? Lasciate consigli e commenti qui sotto.

Io vi saluto

Un bacio   

Michela

dsc_0017 

                                                                                                                                                    

Fashion: Bang!

Fashion

Oggi, “sola me ne vo per la città” con un outfit decisamente da Street Style.dsc_0003

Mi vanto, soprattutto, di aver trovato finalmente un coat lungo che mi soddisfi.

 

Ho scovato questo cappotto in lana dal taglio classico, da Bershka, e, da quando l’ho comprato, aspetto con ansia i momenti in cui indossarlo.

 

Oggi, invero, ho riunito molti elementi presi da Bershka: i pantaloni in ecopelle con le cerniere dal polpaccio in giu, la tracollina mini e persino le sneakers con la zeppa.

 

Amo lo stile di questi capi! In particolare, mi piace il contrasto dell’ecopelle nera rock e il mood sportivo delle scarpe che è ripreso e accentuato dalla cuffia. Quest’ultima è di Pimkie.

dsc_0007Avrete notato, ormai, che le applicazioni con scritte e disegni colorati, e sullo stile del fumetto, stanno diventando fondamentali su molti capi. E io ne sono ben felice!

 

Inutile dire che i miei capelli biondi, incastonati in tutto l’insieme, mi danno un’aria alla Rita Ora che passeggia rilassata prima di uno shooting fotografico. Si insomma…Magari!

Comunque, ho abbinato a questo outfit un accessorio piuttosto avventuroso: “La casa per bambini speciali di Miss Peregrine” di Ransom Riggs.

Ho visto da poco il film, al dsc_0033cinema, e mi è piaciuta la storia. Perciò, la mia amica Ale (si proprio quella che ha preparato il mio dolce per Natale) mi ha prestato il libro. Voglio leggerlo per essere sicura di non aver perso qualche dettaglio, e per poter leggere i due sequel in tutta tranquillità. Sono davvero curiosa!

Vi aggiorno nel prossimo post. Lasciatemi un commento e fatemi sapere cosa pensate.

Se volete, seguitemi anche su Facebook  dove mi trovate come “Michela Carrucciu”, e su Instagram, dove mi trovate come “michela_carrucciu”.

Alla prossima.

Un bacio
dsc_0016

Michela

 

Che Maledizione!

Libri

Eccomi nuovamente con un post veloce, pur sommersa da studdsc_0026io e lavoro, per ricominciare a governare, nel 2017, qui, nel mio piccolo regno.

Questi giorni di maltempo, appena passati, mi hanno tolto un po’ di libertà  e mi hanno
imposto di vestirmi a strati e pesante. I miei colori sono stati sobri e cupi come quelli del cielo, di cui bisogna assecondare l’umore.

L’outfit di stavolta è, quindi, abbastanza basic.

 

Il dettaglio che mi piace usare in questi giorni è dato dai calzini decorati che fuoriescono prepotentemente dalla scarpa, come un perfetto dandy moderno.

A proposito! I dandy sono dsc_0049tornati!

 

Il cappottino nero classico accentua un contrasto e conferma l’idea.

La pochette che indosso, unica nota di colore, è quella del penultimo post: L’ottavo capitolo di Harry Potter. Ho finito di leggerlo.

Ammetto di aver cercato qualche recensione sul web, per capire se la mia opinione fosse qualcosa di astratto, oppure se qualche altro lettore ne avesse una almeno simile. Ho avuto la conferma di non essere l’unica scontenta.dsc_0021

Sottolineo, come sempre, di essere fan, nell’anima, di Harry e della Rowling, e non smetterò mai di esserlo. Dico anche che non sono proprio scontenta dell’idea di base della storia. Quella, in fondo, mi piace!

Leggendo, però, ho avuto la sensazione come di una
storia scritta di fretta e poco o mal sviluppata. E con tutto il bagaglio precedente e l’esperienza di anni, la Rowling aveva a disposizione moltissimi spunti su cui poter lavorare. Quindi, per quanto mi riguarda, l’idea c’era, ma ci si poteva riflettere e ci si doveva lavorare molto di più.

Un punto contro la suspense, sicuramente, è dato dal fatto di aver lasciato la forma del copione. Quelle parentesi, che spiegano come dovranno muoversi gli attori in scena, hanno distolto la mia attenzione e mi hanno impedito di immergermi nella fantasia e di rimanerci. La sensazione è stata quella di “un sonno disturbato” durante il quale mi sveglio in continuazione.

Comunque sia, continuerò ad inseguire Harry Potter, ovunque si trovi, e immaginare le sue avventure. Quindi, come ultima parola, mi sento di dire:

Grazie, Joanne, per avermene parlato ancora una volta!

Un bacio

Micheladsc_0055