“Il Nome della Rosa” – U.Eco

Libri

DSC_0120
Una piccola passeggiata fuori programma, un lungo caffè americano e un nuovo post.DSC_0085

Una di queste mattine, io e Mattia, il mio fidanzato, ci siamo ritrovati a girare, tra una folla di turisti, per alcune vie storiche di Cagliari.

In effetti, con la macchina fotografica al collo e i vestiti casual, non potevamo che sembrare anche noi dei crocieristi.

Magari fosse stato vero!

Comunque, è stato il momento perfetto per indossare la mia jumpsuit con i pantaloni palazzo, di Bershka.  Un amore a prima vista!

Quando ricerco la comodità, ho sempre paura di esagerare e dover rinunciare a stile e femminilità, ma questa tuta mi ha evitato il problema, quindi non posso non amarla.

A proposito! Queste sono le ultime foto con     “Il Nome della Rosa”. Ebbene si, L’ho finito!

Premetto che non sono una critica di libri e non mi permetto di fare recensioni.  Sono solo una lettrice accanita.

Devo dire che questo libro mi ha entusiasmato molto.

Non è stata la storia in sé a colpirmi, ma tutta una serie di altre cose.

DSC_0097

 

 

Mi è piaciuta l’idea di uno Sherlock Holmes medievale con il suo Watson, e l’intreccio tra romanzo giallo, storico e gotico, con un’aria cupa che aleggia costante, durante tutta la vicenda.

Più di tutto, come avevo già scritto, mi è piaciuto il livello culturale, con descrizioni dettagliate e citazioni complesse, che evidenziano quale grande conoscitore fosse Umberto Eco.

DSC_0115

 

 

Le deduzioni sono laboriose ma plausibili e i ragionamenti filosofici mi hanno fatto piacevolmente ragionare e riflettere. La storia, a volte, rallenta molto, ma, tra omicidi, indagini, discussioni dotte, segreti e indizi, c’è sempre qualcosa che tiene in tensione e lega a questo libro finché non è finito.

Ora, purtroppo, devo rimetterlo nella mia libreria, ma ammetto che vorrei ritornare in quella biblioteca labirintica nella quale ho vissuto in queste settimane e che sono riuscita a immaginare nei minimi dettagli,

anche se alla fine….DSC_0126

Fashion: Fast Post

Fashion

DSC_0006DSC_0009

Ciao ragazze!

Post veloce.

Volevo giusto farvi vedere il mio nuovissimo gilet lungo di H&M e degli stivaletti con il tacco a spillo, che amo profondamente.

Cosa pensate di questo accostamento?

Io lo trovo un outfit elegante, grintoso e moderno.

Gli incroci nelle scarpe sono aggressivi e contrastano con l’effetto maschile del gilet e con la sobrietà dei pantaloni e della blusa.

Lo adoro e mi ci sento benissimo!

E’ lo specchio del mio umore, che unisce spesso sensazioni diverse e anche contrarie.  DSC_0018

Piccolo appunto sulle scarpe:

come avrete sicuramente intuito, sono tanto belle quanto, ahimè, fanno soffrire. L’unico modo per andarci d’accordo, senza che qualcuno si faccia del male, è portarsi dietro delle scarpe comode per i tempi morti.

Le più adatte, secondo me, sono delle stringate maschili che comunque mantengono lo stile classico dell’abito, regalandovi dei momenti di serenità.DSC_0027

Ci vediamo al prossimo post.

Un bacione.

Michela