Fashion: A noi piacciono Bootcut

Ciao, Fanciulle.

Ecco un nuovo post appena sfornato.

Finalmente, sono stataDSC_0278 nel centro commerciale di Arese. Sapevate che è il più grande d’Europa

E’ davvero bello, molto luminoso e ben organizzato.

Purtroppo, sono riuscita a vedere solo una piccola parte dei negozi presenti – altrimenti, mi ci sarebbero voluti giorni e tonnellate di pazienza. Ma sono riuscita a vedere il primo e unico Store di Primark, in Italia. Almeno per ora, spero!

Non vi nascondo che, appena entrata, ho avuto qualche attimo di panico: la roba era tantissima, gli scaffali un labirinto e la voglia di shopping immensa.DSC_0284

 

 Non sapevo da dove cominciare perché avevo paura di perdermi qualche articolo.

Tuttavia, dopo qualche minuto, ho iniziato ad ambientarmi e
orientarmi. Sono passata più volte negli stessi punti, così, di volta in volta, mi sono soffermata  su ciò che non avevo notato al passaggio precedente.

Ci ho messo del tempo, ma sono molto soddisfatta dei miei acquisti.

E tra questi acquisti, c’è proprio il pezzo fondamentale, attorno a cui ho costruito l’outfit di oggi: i Bootcut Jeans.

Siete scettiche? Non parliamo proprio di “zampa di elefante”; i Bootcut sono molto meno svasati. I miei sono leggermente a vita alta e non troppo aderenti. Vi assicuro che sono comodissimi e bellissimi.

Li ho abbinati a dei mocaDSC_0298ssini con il tacco. La scelta delle scarpe fa la differenza, come sempre.

I tacchi aiutano, questo tipo di taglio, a slanciare la gamba e darle armonia.

 


Per uno stile casual- chic, ho aggiunto una camicia bianca. Ci si può davvero sbizzarrire con la scelta di bluse e giacche. Dipende sempre dal gusto di ciascuna.

Infine, ho completato il mio effetto “anni ‘70” con un cardigan, scovato su Asos.com, qualche settimana fa. Le frange aggiungono il tocco giusto. Ne sono entusiasta!

 

Fatemi sapere cosa ne pensate e, se avete suggerimenti, lasciateli 0304DSC_0302qui sotto.

 

Vi mando un bacio.

 Michela

 

Ps: Il libro che sto leggendo è “Il Nome della Rosa” di Umberto Eco.

Mi appassiona molto. Ne parlerò nei prossimi post.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...